BENVENUTI SUL PORTALE UFFICIALE DELLA VAL DI PEJO
 
Val di Pejo Val di Sole

Sei in: homepage » arte e cultura » cultura e tradizione

CULTURA E TRADIZIONE

La Val di Pejo vanta una storia millenaria: la valle infatti fu abitata fin da quando, qualche migliaio di anni avanti Cristo, vi si insediarono i Celti, cui seguirono i Reti ed i Romani. Vi transitarono i Franchi, vi dominarono i Principi Vescovi di Trento e poi gli Austroungarici. Nell’800 nacquero in valle movimenti irredentisti. Nella Prima Guerra Mondiale la Val di Pejo fu terra di frontiera, mentre in seguito alla Seconda Guerra Mondiale si accelerò il fenomeno dell’emigrazione. La Val di Pejo vanta perciò una consistente ricchezza di tradizioni, usi, costumi, storia e cultura all’insegna di un territorio caratterizzato da una vera e propria autenticità. La Val di Pejo, abitata già da genti galliche, è terra di antica colonizzazione grazie alla presenza di risorse nel sottosuolo e al fatto di essere un buon corridoio di passaggio sia verso la Lombardia, a ovest dal valico del Montozzo (probabile via romana), sia verso la Valtellina, Bormio e la Svizzera, più a nord dal valico della Sforzellina fino al passo Gavia, la cosiddetta “Antica Via dei Cavai”, caratterizzata dal passaggio di contrabbandieri.
La particolare conformazione geologica dei monti di Pejo è la principale responsabile della floridezza economica nell'epoca dal '500 - '600 fino alla metà dell'800 grazie alle estrazioni minerarie; per questo motivo la Valletta è stata alternativamente terra di immigrazione ed emigrazione. L’attività fu in gran parte monopolio delle varie famiglie lombarde (Valtellina, Valcamonica, bergamasco, comasco) insediatesi in valle. La presenza del ferro è responsabile anche della mineralizzazione delle sorgenti d’acqua, la cui scoperta risale al XVI secolo.
Inoltre la massiccia presenza dell’acqua ha permesso l’avvio, negli anni ’20, dell’intensivo sfruttamento idroelettrico del fiume Noce che vede appunto in Val di Pejo la creazione dei principali impianti. Per le tecniche costruttive di allora l’imponenza delle opere, le quote di realizzazione, le due dighe del Careser (2.600 m) costruite in Val de la Mare negli anni dal ’28 al ’35 e la diga di Pian Palù (1.800 m) realizzata in val del Monte negli anni ’50 possono essere considerate delle vere e proprie opere faraoniche. Indubbio è stato l’impulso economico portato da queste realizzazioni alle modeste condizioni delle famiglie locali impegnate nei lavori: nei cantieri erano impiegati infatti oltre mille operai.
Tipica della valle, soprattutto di Celledizzo, era l'emigrazione stagionale dei "paròloti" o "ciapère", i ramai e calderai ambulanti che numerosi in autunno lasciavano il paese per "pertegàr col ràntech la calcòsa de le bòle e dei slònzi" (percorrere col paiolo le strade di città e paesi) nelle province padane.
Per il pregio delle dotazioni naturali e paesaggistiche, una buona fetta del territorio della Val di Pejo è stata inserita nel Parco Nazionale dello Stelvio. Dal 1952 l’acqua oligominerale porta sulle tavole di tutta Italia il nome di Pejo. Fino agli anni ’50 il turismo della Val di Pejo era basato essenzialmente sulla stagione estiva, caratterizzata da un buon afflusso di turisti dovuto per lo più alla presenza delle Terme di Pejo; dagli anni ’60 invece anche la stagione invernale inizia a rivestire un ruolo importante grazie allo sviluppo della pratica dello sci. Con le prospettive della creazione di un moderno centro termale, l’ampliamento delle strutture invernali, l’aumento e il miglioramento dei servizi del Parco Nazionale dello Stelvio, la località si presenta al turista come stazione “a misura d’uomo”, un esempio di pacifica e costruttiva convivenza tra le esigenze ecologiche e la necessità dello sviluppo economico e sociale.


VAL DI PEIO O VAL DI PEJO?

dettagli >

USI E COSTUMI

dettagli >

I MASI

dettagli >

LE SAGRE

dettagli >

LE LEGGENDE

dettagli >

TRADIZIONI DI OGGI

dettagli >



PRENOTA LA TUA VACANZA!

Alloggio
Arrivo Partenza
Occupanti per alloggio
N° Adulti N° Bambini
 
 
Cerca
CALENDARIO EVENTI
MAGGIO 2017

L M M G V S D
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        


dal 2 al 4 giugno - Val di Pejo
Andar per erbe


domenica 11 giugno - Rifugio Lo Scoiattolo ore 14
Nos Brass Quintet in concerto
Aria di Musica a Pejo

VIDEOGALLERY vedi tutti >


PHOTOGALLERY vedi tutte >


PUBBLICAZIONI vedi tutte >

magazine Val di Pejo estate 2017 Consulta e scarica il Magazine estivo della Val di...
Depliant Terme di Pejo Salute e benessere nel Parco Nazionale dello Stelv...
SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL