BENVENUTI SUL PORTALE UFFICIALE DELLA VAL DI PEJO
 
Val di Pejo Val di Sole

Sei in: homepage » in estate » trekking » escursioni ai laghi alpini

Escursioni ai laghi alpini



In Val di Pejo è possibile effettuare diverse escursioni e passeggiate per raggiungere i laghi alpini della zona. Sentieri ben tracciati e curati conducono ai laghi alpini: camminare nel silenzio di paesaggi maestosi, attraverso una natura di meravigliosa bellezza, è un’esperienza rigenerante di pace e di equilibrio. Intraprendendo un trekking tra i sentieri della Val di Pejo molto spesso è possibile incontrare inaspettatamente diverse specie faunistiche e osservare in pace ed armonia l'incanto delle coloratissime specie floreali.

Di seguito vengono proposti alcuni itinerari che si possono praticare in Val di Pejo.
Se vuoi conoscere in modo più dettagliato i luoghi e i paesaggi della valle, approfondire gli aspetti naturalistici ed antropici della montagna e scegliere l’escursione che meglio si addice alle condizioni della montagna e alle tue motivazioni, rivolgiti alle Guide Alpine o alle Guide Parco, che, grazie alla loro professionalità, simpatia ed esperienza, ti faranno vivere la montagna in modo autentico e unico!



Per maggiori informazioni e/o per prenotazioni contattare:

PARCO NAZIONALE DELLO STELVIO
Piazza Municipio 4
38024 Cogolo di Peio (TN)
Tel. e Fax (+39) 0463 754186
cv@stelviopark.it - www.parcostelviotrentino.it
   

SCUOLA ITALIANA DI ALPINISMO E SCI ALPINISMO ALP EMOTIONS
Via al Cercen 17/A
38024 Cogolo di Peio (TN)
Tel. (+39) 342 6465179
info@alpemotions.com - www.alpemotions.com

   

SCUOLA ITALIANA DI ALPINISMO E SCI ALPINISMO VAL DI SOLE
Piazza Regina Elena 17 (c/o Palazzo Municipale)
38027 Malè (TN)
Tel. e Fax (+39) 0463 901151
info@guidealpinevaldisole.it - www.guidealpinevaldisole.it




ITINERARI

 

LAGO COVEL
Quota slm: 1.839 m
Localizzazione: Peio Paese
Tempo complessivo: 2 ore – mezza giornata
Difficoltà: E - Itinerario per Escursionisti


 

LAGO DI PIAN PALÙ
Quota slm: 1.800 m
Localizzazione: Peio Fonti
Tempo complessivo: 3,30 ore – mezza giornata
Difficoltà: E - Itinerario per Escursionisti


 

GIRO DEI LAGHI DEL CEVEDALE
Quota slm: 2.705 m
Localizzazione: Cogolo di Peio
Tempo complessivo: 5 ore (percorso ad anello) – intera giornata
Difficoltà: EE - Itinerario per Escursionisti Esperti


 

LAGOSTEL
Quota slm: 2.455 m
Localizzazione: Peio Fonti
Tempo complessivo: 5,30 ore – intera giornata
Difficoltà: EE - Itinerario per Escursionisti Esperti


 

LAGO DI VAL UMBRINA
Quota slm: 2.784 m
Localizzazione: Peio Fonti
Tempo complessivo: 8 ore – intera giornata
Difficoltà: EE - Itinerario per Escursionisti Esperti

 


 

 

LAGO COVEL

 

 

Zona: Gruppo Ortles-Cevedale, Parco Nazionale dello Stelvio
Partenza: Peio Paese-San Rocco (1.584 m)
Arrivo: Lago Covel (1.839 m)
Tempo complessivo: 2 ore - mezza giornata
Dislivello in salita: 260 m
Difficoltà: E - Itinerario per Escursionisti
Sentieri CAI-SAT: n. 105 – n. 125 – n. 127
Periodo consigliato: maggio-novembre













Raggiunto il caratteristico abitato di Peio Paese, nei pressi della chiesa si segue una ripida strada asfaltata che porta al dosso di San Rocco, dove si trova la storica cappella dedicata a San Rocco di Montpellier, edificata nel 1400. Il dosso di San Rocco è importante perché durante la Prima Guerra Mondiale fu scelto come cimitero per i soldati morti al fronte. Nel 1915 vennero costruiti i muri di cinta e venne eretta la grande piramide con l’aquila ad opera di uno scultore tirolese. Nel periodo bellico furono sepolti i soldati caduti su questo fronte, soldati che provenivano da diverse nazionalità (austriaci, prigionieri polacchi e russi, qualche italiano). Nel 1921 iniziarono le esumazioni delle salme, successivamente portate all’Ossario di Rovereto.
Lasciato il dosso si prosegue seguendo la strada forestale che si addentra nel bel bosco di larici che hanno colonizzato il limitare dei prati poco sopra l’abitato. Il paesaggio si fa ora più aperto e si ha una bella veduta nella sottostante piana. Raggiunta in leggera salita la deviazione per la “Strada dei Monti”, la si trascura e si continua seguendo la strada sterrata in falsopiano tenendo la sinistra. Si raggiungono così dei bei masi posti poco sotto la strada. Superata la traccia della pista invernale, nei pressi di un vecchio maso si prende in direzione nord la stretta mulattiera che in piano costeggia i prati al limitare del bosco. Tramite un percorso facile e comodo, evitando di scendere nei pascoli, si oltrepassano delle balze rocciose strapiombanti (palestra di roccia) e in breve si raggiunge la piccola ma graziosa cascata di Còvel originata dal Rio Vioz. Superato un ponticello in legno, in breve si giunge al bel biotopo. Questo grazioso ambiente, residuo di un antico lago, rappresenta un gioiello naturalistico ed è posto al ridosso di un bel bosco di larici verso nord. In queste acque si può osservare una nutrita colonia di Sanguinerola (Phoxinus phoxinus L.), raro ciprinide di alta montagna. Si costeggia il biotopo e seguendo una brevissima salita si raggiunge la Malga Còvel posta a 1.856 m. L’alpeggio, utilizzato nei tempi passati dalla comunità di Peio, in modo particolare per i vitelli, è stato recentemente ristrutturato e destinato all’allevamento di capre.
Poco oltre la malga si supera l’area pic-nic e si costeggiano i prati nel rado lariceto che delimita a destra la Val Taviela. Si continua seguendo l’evidente strada sterrata, lasciando sulla sinistra i prati e qualche bel maso fino a raggiungere di nuovo, dopo un piccolo dosso, la pista da sci, superata la quale ci si congiunge alla strada forestale percorsa in salita e si ritorna in località San Rocco a Peio Paese.

 

Torna agli itinerari

 

 

 

 

LAGO DI PIAN PALÙ

 

 

Zona: Gruppo Ortles-Cevedale, Parco Nazionale dello Stelvio
Partenza: Rifugio Fontanino (1.675 m)
Arrivo: Lago di Pian Palù (1.800 m)
Tempo complessivo: 3,30 ore - mezza giornata
Dislivello in salita: 140 m
Difficoltà: E - Itinerario per Escursionisti
Sentieri CAI-SAT: n. 110 – n. 110 bis
Periodo consigliato: maggio-ottobre













Con mezzo proprio o utilizzando il servizio di bus navetta predisposto, durante la stagione estiva, dal Parco Nazionale dello Stelvio, da Peio Fonti si raggiunge località Fontanino di Celentino, dove si trova il Rifugio Fontanino (1.660 m). Da qui si prende il sentiero CAI-SAT n. 110 che porta al lago di Pian Palù e alla Malga di Celentino (1.830 m). Arrivati alla malga è quindi possibile effettuare il giro del lago, seguendo dapprima il sentiero CAI-SAT n. 110 e successivamente il sentiero CAI-SAT n. 110 bis fino a ritornare in località Fontanino di Celentino.

 

Torna agli itinerari

 

 

 

 

GIRO DEI LAGHI DEL CEVEDALE

 

 

Itinerario particolarmente interessante per possibili avvistamenti della fauna del Parco: camosci, marmotte, pernici bianche, caprioli, cervi e l’aquila. Paesaggio suggestivo caratterizzato dalle imponenti cime innevate del Cevedale, del Palon de la Mare, del Rosole e del Vioz e dagli specchi d’acqua dei laghi.

Zona:

Gruppo Ortles-Cevedale, Parco Nazionale dello Stelvio

Partenza:

località Malgamare (1.972 m)

Arrivo:

Rifugio Larcher al Cevedale (2.608m), Lago delle Marmotte (2.704 m), Lago Lungo (2.553 m), Lago Nero (2.603), Lago del Careser (2.603 m), Lago della Lama (2.277 m)

Tempo complessivo:

5 ore (percorso ad anello) - intera giornata

Dislivello in salita:

732 m

Difficoltà:

EE - Itinerario per Escursionisti Esperti

Sentieri CAI-SAT:

n. 102 – n. 104 – n. 123
Sentiero CAI-SAT n. 102 fino al Rifugio Larcher, n. 104 per il Lago delle Marmotte, n. 123 fino al Lago del Careser e per ritornare alla località di partenza.

Punti di appoggio: Rifugio CAI-SAT Larcher al Cevedale, rifugio posto a 2.608 m di altitudine
Periodo consigliato:

giugno-ottobre





















Da Malgamare, località raggiungibile in auto dall'abitato di Cogolo (strada stretta), si imbocca il sentiero CAI-SAT n. 102, lungo il quale si incontra la Malga/Ristorante “Malgamare”; si prosegue quindi salendo lungo il versante impervio ricoperto di vegetazione in un bel bosco di radi larici e pino cembro per raggiungere Pian Venezia. La Val Venezia forma un'ampia mossa da ondulati rilievi ed ampi pascoli: al centro di tale conca, chiusa ad occidente dalla catena del Vioz e del Palon de la Mare, è situato il corso del torrente Noce Bianco. Il sentiero, mantenendo la sinistra orografica del torrente, porta al Rifugio Larcher al Cevedale, recentemente ristrutturato. Il rifugio è posto su un balcone roccioso, da dove si ammira il fantastico panorama delle cime del Cevedale e della vedretta circostante. Presso il rifugio è possibile pernottare.
Seguendo il sentiero comune CAI-SAT n. 104-123 l'escursione prosegue verso l’incantevole lago delle Marmotte caratterizzato dai suoi riflessi smeraldini (2.704 m). Lasciato il lago, dopo un breve discesa e superato il bivio con il segnavia CAI-SAT n. 104 che porta al Ghiacciaio del Càreser, si percorre il comodo sentiero CAI-SAT n. 123 che, in direzione sud est, costeggia le pendici della Cima Lago Lungo ed è posto come un balcone sopra il bel terrazzo roccioso dove è posto il Lago Lungo (2.553 m). Comodamente si raggiungono quindi le sponde del piccolo Lago Nero (2.603 m), caratterizzato dalla presenza di spettacolari rocce montonate situate poco prima del bacino artificiale ed idroelettrico del Càreser (2.603 m). Si attraversa la grande diga passando il coronamento della stessa e si raggiungono le costruzione di servizio della diga. Superata la diga, il sentiero gira a sud in località Lame (2.430 m), dove è possibile osservare il Lago della Lama (2.277 m). Si prosegue quindi scendendo rapidamente fra pendii rotti da pascoli per tuffarsi nel bosco di conifere, dove spesso è possibile avvistare qualche camoscio. Continuando a zig zag si entra gradatamente in una cembreta e si raggiunge la balza rocciosa posta sopra la località di partenza alla quale si ritorna seguendo un sentiero ben segnalato.

 

Torna agli itinerari

 

 

 

 

LAGOSTEL

 

 

Zona: Gruppo Ortles-Cevedale, Parco Nazionale dello Stelvio
Partenza: località Fontanino (1.675 m)
Arrivo: Lagostel (2.455 m)
Tempo complessivo: 5,30 ore - intera giornata
Dislivello in salita: 140 m
Difficoltà: EE - Itinerario per Escursionisti Esperti
Sentieri CAI-SAT: n. 124 – n. 141
Periodo consigliato: giugno-settembre













Da località Il Fontanino di Celentino, poco prima dell’antico chiosco termale si infila sulla destra una strada sterrata che sale il lago di Pian Palù; si arriva quindi ad una piccola area di sosta allestita sulle sponde del lago. Dalla riva del lago l’ampia mulattiera sterrata rimonta i pascoli seguendo dei tornanti che portano a Malga Giumella (1.950 m). Si prende quindi il sentiero CAI-SAT n. 124 seguendo una strada forestale in leggera salita che, lasciati i boschi limitrofi alla malga, si addentra quasi subito nel bosco di larici ed abeti. Dopo un breve tratto in salita si oltrepassano alcune vallette erbose dove sono posti degli abbeveratoi in legno, quindi la strada diviene più stretta e conduce ad un ampio vallone formato dalle slavine ove si incontrano le indicazioni per la Val Piana; qui si segue il sentiero CAI-SAT n. 141 che consente di raggiungere il piccolo lago alpino denominato “Lagostel” (2.455 m) posto su di un terrazzo glaciale ai margini della Val Ganosa. Si ritorna quindi in località Il Fontanino percorrendo a ritroso l’itinerario di salita.

 

Torna agli itinerari

 

 

 

 

LAGO DI VAL UMBRINA

 

 

Zona: Gruppo Ortles-Cevedale, Parco Nazionale dello Stelvio
Partenza: località Fontanino (1.675 m)
Arrivo: Lago di Val Umbrina (2.785 m)
Tempo complessivo: 8 ore - intera giornata
Dislivello in salita: 1.450 m
Difficoltà: EE - Itinerario per Escursionisti Esperti
Sentieri CAI-SAT: n. 110 – n. 110 bis – n. 124
Punti di appoggio: Malga Paludei, Bivacco Battaglione Ortles
Periodo consigliato: giugno-settembre















Da località Il Fontanino di Celentino, poco prima dell’antico chiosco termale si infila sulla destra una strada sterrata che sale il lago di Pian Palù; si arriva quindi ad una piccola area di sosta allestita sulle sponde del lago. Dalla riva del lago l’ampia mulattiera sterrata rimonta i pascoli seguendo dei tornanti che portano a Malga Giumella (1.950 m). Si prende quindi il sentiero CAI-SAT n. 124 seguendo una strada forestale in leggera salita che, lasciati i boschi limitrofi alla malga, si addentra quasi subito nel bosco di larici ed abeti. Dopo un breve tratto in salita si oltrepassano alcune vallette erbose dove sono posti degli abbeveratoi in legno, quindi la strada diviene più stretta. Il sentiero scende per un breve tratto per poi risalire con pendenza moderata nel bosco di larici; supera con un piccolo ponticello in legno il torrente che solca la Val Ganosa e tra pascoli umidi percorre l’ultimo tratto che separa da Malga Paludei (2.106 m). Dalla malga si prende un sentiero che sale in direzione nord-ovest (sentiero CAI-SAT n. 110); con un percorso ripido si raggiunge la parte terminale della Val Piana. Qui si seguono le indicazioni per il Passo della Sforzellina e, puntando a sinistra, si attraversa la testata della Val Piana superando con un ponte in legno l’impetuoso torrente che la solca. Si continua quindi in salita con sentiero ben marcato tra magri pascoli e dossi erbosi per raggiungere un pianoro ove sono presenti alcune gallerie militari. Si avanza costeggiando le sponde del torrente Noce che in questo tratto scorre sinuoso e pianeggiante. Nel punto in cui il corso d’acqua forma delle anse si abbandona il segnavia CAI-SAT n. 110 che risale al Passo della Sforzellina, per puntare verso nord tra ripide praterie di alta quota, in direzione dell’evidente cascata originata dal lago di Val Umbrina. Raggiunta la base della cascata, che cade quasi verticale tra le rocce, si seguono con attenzione i segnavia bianchi e rossi per rimontare sulla sinistra. Con alcuni ripidi tornanti si supera il balzo roccioso e si accede alla selvaggia conca glaciale soprastante ove è adagiato l’ameno laghetto della Val Umbrina (2.875 m). Si ritorna quindi in alla località di partenza percorrendo a ritroso l’itinerario di salita.

 

Torna agli itinerari








PRENOTA LA TUA VACANZA!

Alloggio
Arrivo Partenza
Occupanti per alloggio
N° Adulti N° Bambini
 
 
Cerca
CALENDARIO EVENTI
NOVEMBRE 2017

L M M G V S D
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      


VIDEOGALLERY vedi tutti >


PHOTOGALLERY vedi tutte >


PUBBLICAZIONI vedi tutte >

Lotteria Festa dell'Agricoltura Controlla se hai vinto!...
magazine Val di Pejo estate 2017 Consulta e scarica il Magazine estivo della Val di...
SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL